Comacchio cosa vedere nella “piccola Venezia” ferrarese

.

Comacchio è un piccolo paese della Provincia di Ferrara, da cui dista solo 50 chilometri. Qui, all’interno del Parco del Delta del Po, si trova questo paese, conosciuto anche come la “piccola Venezia” ferrarese, per i tanti ponti e canali che la attraversano. Comacchio nasce da tredici isolotti che collegano il mare al delta del Po e fino al 1821 era possibile raggiungere il paese soltanto navigando. In questa guida vi racconterò cosa vedere a Comacchio in un giorno.

Comacchio cosa vedere: centro storico

Trepponti di Comacchio
Trepponti di Comacchio

Il centro storico di Comacchio è piccolo e visitabile interamente a piedi. L’edificio più rappresentativo del paese è sicuramente il Trepponti o Ponte Pallotta, simbolo di Comacchio. Questo ponte, datato 1638, rappresentava la porta della città da cui, tramite il canale sottostante, si poteva raggiungere il Mar Adriatico. Altro ponte di riguardo della città, è sicuramente il Ponte degli Sbirri, che collega il principale snodo dei canali cittadini grazie alle sue tre arcate. Tra il Ponte degli Sbirri e il Trepponti si trova l’Antica Pescheria tutt’ora sede del mercato ittico cittadino. Invece, accanto al Ponte degli Sbirri si trova Palazzo Bellini, un sontuoso edificio ottocentesco oggi sede della Biblioteca Civica e dell’Archivio storico.

Spostandosi lungo via Fogli, incontrerete prima la Torre dell’Orologio e poi la Loggia del Grano e da qui, proseguendo lungo Via Ugo Bassi, incontrerete il Duomo di San Cassiano Martire, patrono di Comacchio. Se si prosegue lungo la via, si incontra poi il Loggiato dei Cappuccini, un porticato formato da 143 colonne, che conduce al Santuario di Santa Maria in Aula Regia. Proprio davanti al Loggiato dei Cappuccini si trova la Manifattura dei Marinati, il museo dell’anguilla di Comacchio.

La Loggia dei Cappuccini di Comacchio
La Loggia dei Cappuccini di Comacchio

E’ possibile visitare in modo alternativo il centro storico di Comacchio, utilizzando le “batane”. Si tratta di antiche imbarcazioni simili a gondole con cui potrete solcare i canali di Comacchio. Il servizio gratuito, parte dai Trepponti davanti all’Antica Pescheria e vi permetterà di ammirare il centro storico del paese da un punto di vista d’eccezione.

Comacchio cosa vedere: i musei

Comacchio è un paese ricco di storia e il Museo del Delta Antico, raccoglie i reperti archeologici incentrati sull’evoluzione del territorio del Delta del Po ed in particolare dell’antica città di Spina. Il museo ha sede all’interno del Settecentesco Ospedale degli Infermi e conserva al suo interno reperti che partono dall’epoca romana. Parte importante della collezione del museo che vi consiglio di inserire tra le cose da vedere a Comacchio è il “Carico della Nave Romana”. Infatti, nel 1981, durante alcuni lavori di manutenzione dei canali di bonifica, venne ritrovata casualmente una nave romana lunga 21 metri, completa di tutto il suo carico ben conservato. La numerosa quantità di oggetti ritrovati ha permesso di conoscere e comprendere meglio molti aspetti della vita quotidiana in epoca romana.

Museo del Delta Antico-Settecentesco Ospedale degli Infermi di Comacchio
Museo del Delta Antico-Settecentesco Ospedale degli Infermi di Comacchio

La Manifattura dei Marinati è invece un museo che ruota intorno ad uno dei prodotti più famosi per il paese di Comacchio, l’anguilla. Infatti, in questo edificio in parte museo e in parte luogo di lavorazione della anguille si racconta la lavorazione di questo prodotto, una lavorazione che è rimasta pressoché invariata nel tempo e che è ha fatto riconoscere la ricetta dell’anguilla marinata, come presidio Slow Food. La visita al museo comincia con alcuni filmati storici, poi prosegue alla Calata o Fossa, in cui arrivano le barche cariche di anguille. Da qui ci si sposta alla Sala dei Fuochi in cui si trovano i grandi camini per la lavorazione dell’anguilla e infine si giunge alla Sala degli Aceti per la conservazione finale del prodotto lavorato.

Comacchio Museum Pass

Per rendere più facile la visita di Comacchio e dei suoi musei, è possibile acquistare la Comacchio Museum Pass, un biglietto cumulativo che comprende la visita al Museo del Delta Antico, alla Manifattura dei Marinati, al Museo Remo Brindisi e una gita in barca nelle Valli di Comacchio. Il biglietto è acquistabile in uno dei musei aderenti all’iniziativa o negli Uffici Turistici di Comacchio e dei lidi.

Comacchio eventi principali e quando andare

Trattandosi di un paese di mare, il periodo migliore per visitare Comacchio va dalla primavera all’autunno, solitamente tra aprile e ottobre qui vi riporto i principali eventi da non perdere:

  • Il primo evento di stagione è sicuramente il Carnevale sull’Acqua di Comacchio, qui si radunano ogni anno migliaia di persone per assistere alla sfilata dei carri sull’acqua, un evento davvero singolare a cui vi auguro di poter assistere almeno una volta.
  • Tra aprile e maggio si tiene invece la Fiera Internazionale del Birdwatching e del Turismo Naturalistico, un grande appuntamento da non perdere per tutti gli amanti della fotografia naturalistica e dell’osservazione dell’avifauna e del turismo lento.
  • A ottobre si festeggia la regina del delta del Po con la Sagra dell’Anguilla di Comacchio. L’aspetto principale dell’evento riguarda la degustazione di piatti a base di anguilla e di pesce di mare e di valle.
  • Infine tra dicembre e gennaio, in concomitanza con le festività natalizie, Comacchio si addobba a festa con i suoi presepi sull’acqua.

Comacchio cosa mangiare: prodotti tipici

L’anguilla di Comacchio è senza dubbio il piatto più tipico della zona, questo prodotto, può essere cucinato in vari modi, ma la ricetta dell’anguilla marinata con aceto e aromi è la più classica ed ha ottenuto il riconoscimento come presidio Slow Food. Trattandosi di una zona di mare, qui si mangiano tanti piatti a base di pesce, come cozze, vongole, seppie e pesce azzurro. Anche a Comacchio, è possibile gustare la piadina romagnola, tipico prodotto da Street food, che nella sua versione più corposa viene farcita con salsiccia, cipolla e peperoni!

Dintorni di Comacchio: cosa vedere e cosa fare

Se amate l’arte contemporanea dovete assolutamente visitare la Casa Museo Remo Brindisi. L’edificio, collocato all’interno della pineta venne realizzato negli anni ’70. All’interno dell’edificio è possibile ammirare la collezione privata del Maestro Remo Brindisi che comprende opere di grandi artisti come Pablo Picasso, Warhol e Pollock. Il museo si trova a Lido di Spina in Via Nicolò Pisano, 45.

I fenicotteri nelle Valli di Comacchio
I fenicotteri nelle Valli di Comacchio

Per gli amanti della natura, sarà l’occasione per visitare le Valli di Comacchio, cuore del Parco del Delta del Po, che dal 1999 sono state riconosciute come patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Le Valli di Comacchio, con la loro acqua bassa e salmastra, sono la zona ideale per la nidificazione di molte specie di uccelli acquatici. Tra gli abitanti più famosi delle valli ci sono sicuramente i fenicotteri rosa. Le Valli di Comacchio possono essere visitate in barca, a piedi o in bicicletta.

Comacchio è un bel borgo dell’Emilia Romagna, perfetto per passare una giornata alla scoperta dei suoi musei e delle valli. Io vi consiglio di includere nel vostro percorso la visita alle Valli di Comacchio, la vista del paesaggio e dei fenicotteri rosa è stata per me un piacere immenso!

Se volete rimanere aggiornati sui nuovi articoli in uscita nel blog, mettete un like alla pagina Facebook di Un Viaggio in Mente!

18 Risposte a “Comacchio cosa vedere nella “piccola Venezia” ferrarese”

  1. Giusto lo scorso anno avrei docuto visitare Comacchio, occasione purtroppo sfumata che mi ha lasciato un amaro sapore in bocca. Grazie al tuo articolo sento però di aver in qualche modo avuto l’occasione di visitarla e cercherò di riparare il prima possibile a questa mia mancanza.

    1. Ti auguro proprio di visitare presto Comacchio, ti consiglio di abbinare la visita alle Valli di Comacchio, meritano molto.

  2. Comacchio è stata una gradevole sorpresa. Anni fa con amici, abbiamo organizzato un weekend houseboat (mi hanno detto che non è più possibile…) sul delta de Po’ con partenza da Ostellato, con alcune fermate, tra le quali Comacchio. Passeggiare tra i canali è stato molto piacevole così come assaggiare le specialità della zona.

    1. Bellissimo il weekend il houseboat, mi informerò, ma credo anche io che non lo propongano più, un vero peccato!

  3. Comacchio ma quanto è carino ! sono tanti anni che non ci vado, e tu con il tuo articolo, mi hai fatto venire voglia di farci un salto, ho anche amici che vivono in quella favolosa zona.

    1. Allora ci devi proprio tornare! Hai anche l’occasione per ritrovare qualche amico, niente di meglio per una gita fuori porta.

  4. Da come lo descrivi, Comacchio mi sembra una meta molto affascinante. Il solo fatto di essere paragonata a Venezia è un punto a suo favore. Magari sarebbe carino andarci nel periodo di Carnevale, visto che dicono che questa festa qui è molto rinomata!

    1. Il Carnevale di Comacchio è davvero bello, ma affollatissimo. Invece visitare in giornata il paese e le Valli di Comacchio si può fare in tranquillità, godendosi il paesaggio!

  5. Dev’essere bellissima! Io sicuramente la girerei a bordo di una batana 🙂 Ma quanto mi piacerebbe anche vedere il Carnevale sull’acqua… E anche le valli. Insomma, mi piace un sacco il mix tra natura e cultura che vi si respira.

    1. Il Carnevale di Comacchio è davvero singolare, peccato la calca di spettatori che rendono difficile vedere le barche. Però almeno una volta va visto!

  6. Che bel post, molto interessante. Mi piacerebbe molto visitare le Valli di Comacchio per vedere i fenicotteri rosa. Dev’essere una bellissima esperienza.

    1. Si sono belle, infatti il prossimo articolo parlerà proprio di questo argomento e della mia ricerca dei fenicotteri nelle Valli di Comacchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll on top