Umbria cosa vedere vicino al Lago Trasimeno

L’Umbria è una regione meravigliosa, ricca di luoghi da vedere, dove ad ogni curva si può ammirare un paesaggio bellissimo. Quindi approfittando della Pasqua abbiamo deciso di passare 3 giorni in Umbria, per visitare meravigliosi borghi e godere dell’ottimo cibo che questa regione ha da offrire. Ecco cosa vedere in Umbria, il nostro itinerario vicino al Lago Trasimeno!

Umbria cosa vedere: Lago Trasimeno

Abbiamo scelto come meta di questo piccolo viaggio la zona del Lago Trasimeno. Di per sé questo lago ha molto da offrire, a partire dalla visita alle isole che campeggiamo all’interno del lago. Le isole in totale sono tre: Isola Maggiore, Isola Polvese e Isola Minore. Le prime due isole sono visitabili e raggiungibili con il traghetto.

Lago Trasimeno cosa vedere: Isola Polvese

È la più grande delle tre isole, e fa parte del Parco Regionale del Trasimeno. Qui si possono ammirare molti edifici storici come la Chiesa di San Giuliano, il Monastero di San Secondo, e il Castello medievale.

Lago Trasimeno cosa vedere: Isola Maggiore

Seconda per dimensione, è l’unica isola ad essere abitata. Dopo aver visitato il borgo in cui ormeggiano i traghetti, visitate le attrazioni di quest’isola che comprendono la Chiesa di San Salvatore, e al Castello Guglielmi.

A seconda dell’isola che desiderate visitare i traghetti partono da varie località. Per l’Isola Polvese si parte da San Feliciano, oppure da Passignano sul Trasimeno, mentre per l’Isola Maggiore si può prendere il traghetto da Tuoro sul Trasimeno, da Passignano sul Trasimeno oppure da Castiglione del Lago.

Gli orari variano durante l’anno e ci sono differenti tipi di biglietti a seconda della tratta scelta, potete trovare tutte le informazioni sul sito della compagnia che gestisce i traghetti FBusItalia.

Lago Trasimeno cosa fare: il giro del lago

Se avete la possibilità di portare con voi la bicicletta, è anche possibile effettuare il giro del lago, ci vorrà sicuramente un po’ di sportività, perché il percorso completo è lungo circa 70 km. Il percorso è in piano e quindi poco faticoso e vi permetterà di toccare molti punti d’interesse sparsi sul perimetro del lago.

Lago Trasimeno cosa vedere: Castiglion del Lago

È un borgo caratteristico dell’Umbria, che affaccia appunto sul Lago Trasimeno. Si può accedere da una delle tre porte e ammirare la vista del lago dall’alto. Il borgo è molto caratteristico e ricco di locali in cui mangiare e acquistare prodotti tipici. Rimarrete sorpresi dall’innumerevole quantità di legumi che troverete nelle botteghe, alcuni mai visti prima com, ad esmpio, i ceci neri.

Meritano una visita anche il complesso del Palazzo Ducale in cui potrete passeggiare in un corridoio coperto che dà sul lago e visitare la Rocca del Leone.

Se arrivate per l’ora di pranzo o di cena, sono molti i locali che propongono piatti tipici, noi abbiamo approfittato dell’ospitalità di Umbria Terra e Sole e dell’Enoteca Battilani. Il primo locale è principalmente una rivendita di prodotti tipici in cui acquistare salumi, formaggi, vini e gli immancabili legumi, ma preparano anche alcuni piatti molto buoni come taglieri misti e zuppe, ideali per la pausa pranzo. L’Enoteca Battilani è un posto un po’ più ricercato, che propone taglieri e altri prodotti, anche qui è possibile fare acquisti di prodotti locali.

Abbiamo passato il nostro soggiorno presso l’Agriturismo Poggio del Sole, in località Ceraso Alta a Castiglion del Lago. E’ una struttura grande, immersa nel verde, in cui sono a disposizione appartamenti in stile rustico e una piscina. Il luogo ideale per un soggiorno in relax.

In un batter d’occhio è arrivata la sera e su suggerimento del proprietario dell’agriturismo, ci siamo diretti a Città della Pieve.

Umbria cosa vedere: città della Pieve

Si tratta di un meraviglioso borgo arroccato su un altipiano, caratterizzato da una fitta rete di vie e vicoli stretti, tra cui si inframmezzano scorci romantici e vedute mozzafiato.

Città della Pieve: monumenti e chiese

  • La Chiesa di Santa Maria dei Bianchi: Questa chiesa conserva uno dei maggiori capolavori del Perugino, l’affresco raffigurante “L’adorazione dei Magi”.
  • La Cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio: La facciata della Cattedrale è costituita da due differenti materiali, la pietra arenaria e il laterizio, indice di differenti fasi d’intervento. L’interno è costituito da un’unica navata a croce latina in cui sono custodite numerose opere attribuite a grandi artisti, tra cui il Perugino. Nel 1738 venne accostato alla chiesa un elegante campanile.
  • Il Palazzo della Corgna: Posta al centro del paese proprio di fronte alla Cattedrale, si tratta della più importante tra le dimore signorili di Città della Pieve. All’interno del palazzo si trova la sede della biblioteca comunale Francesco Melosio.
  • Il Museo Civico: l’ex Chiesa di Santa Maria dei Servi, ospita il museo civico-diocesano di Città della Pieve. Il museo conserva la Deposizione della croce realizzata sempre dal Perugino.
  • La Chiesa di San Pietro: l’edificio è posto sul limite delle mura e in relazione all’antica Porta del Castello. Al suo interno è presente un affresco realizzato dal Perugino, riportato su tela dopo un terremoto, raffigurante Sant’Antonio abate e i Santi Marcello e Paolo.
I vicoli di Città della Pieve tipiche strade da vedere in Umbria
Vicoli di Città della Pieve

Un grande evento, tipico dei borghi di questa zona è l’Infiorata. Questo evento che si svolge solitamente all’inizio del periodo estivo, consiste nella realizzazione di quadri utilizzando petali di fiori. I quadri, riportati sulla pavimentazione stradale, colorano e abbelliscono le strade del paese, anche se solo per poche ore.

Le tagliatelle della Trattoria Bruno Coppetta di Città della Pieve
Trattoria Bruno Coppetta

Se arrivate in paese per l’ora di cena, ecco un locale ottimo, la Trattoria Bruno Coppetta, il locale in stile moderno, è molto accogliente, se ne avete voglia è anche possibile ordinare una pizza. Un piatto tipico che vi consiglio sono i pici cacio e pepe, vengono portati al tavolo mantecati direttamente nella forma di formaggio, una vera delizia!

Umbria cosa vedere: Assisi

Tra le cose da vedere in Umbria, Assisi va sicuramente citata. Ho amato questo paese dal primo sguardo, luminoso e imponente svetta sulla cima di un colle e si può ammirare da lontano. Il borgo e ricco di storia ed e i luoghi da visitare sono molti. Potete trovare tantissime informazioni sul sito della pro-loco.

Il punto focale di Assisi è sicuramente la Basilica di San Francesco, costruita nell’XIII secolo e composta dalla Chiesa Inferiore e dalla Chiesa Superiore.

Assisi cosa vedere: la Chiesa Inferiore

Entrando dalla Chiesa Inferiore potrete ammirare la Cappella di Santa Caterina, anche le cappelle laterali non sono da meno, opere d’arte dipinti da artisti come Giovanni da Cosma e Taddeo Gaddi, la navata centrale è stata invece dipinta da vari artisti tra cui Simone Martini, Giotto e la sua scuola.

In fondo alla navata potrete ammirare l’altare maggiore, eretto in corrispondenza della tomba di San Francesco, sopra all’altare potrete ammirare gli affreschi che rappresentano le tre virtù fondamentali della Regola francescana: Povertà, Obbedienza e Castità anch’essi dipinti da Giotto.

Dalla Chiesa Inferiore si può scendere alla cripta dove si trova la salma di San Francesco.

Vedute di assisi, tra le città più belle tra le cose da vedere in Umbria

Assisi cosa vedere: la Chiesa Superiore

Si giunge così alla Chiesa Superiore e la sua famosa facciata gotica su cui svetta bellissimo rosone. La differenza tra le due chiese si vede immediatamente, qui la luce inonda l’edificio, a differenza della Chiesa Inferiore.

La parte superiore della chiesa è dipinta con affreschi che narrano del Vecchio e Nuovo testamento. Le pareti inferiori sono invece opera di Giotto e della sua scuola.

Assisi cosa vedere: altri monumenti

Conclusa questa visita proseguite per Via San Francesco fino a raggiungere la Piazza del Comune attorno a cui spicca il Tempio di Minerva. Usciti poi dalla piazza, sulla destra è possibile visitare la Chiesa Nuova, realizzata nel ‘600 sulla casa natale di S. Francesco. Costeggiando la chiesa si arriva all’Oratorio di S. Francesco Piccolino, nel quale secondo la leggenda nacque il Santo.

Percorso Corso Mazzini arriverete in Piazza S. Chiara, dove ha sede l’omonima Basilica. Entrando nella Basilica è possibile ammirare i resti di Santa Chiara e il crocifisso che, secondo quanto narra la storia, parlò a S. Francesco.

Se volete ammirare tutte le attrazioni di questo bellissimo borgo, vi servirà quasi tutta la giornata, le folle di turisti rendono difficile una visita mordi e fuggi. Il tempo passato ad Assisi sarà in ogni caso ben speso.

Umbria cosa vedere: Perugia

Immancabile tappa per una prima vacanza in Umbria è Perugia, questa città è un po’ in salita e per raggiungere il centro ci vorrà una bella camminata. Raggiunto il centro storico si arriva in Piazza a IV Novembre dove spicca la Fontana Maggiore, questo monumento, venne costruito tra il 1275 e il 1278 da Nicola e Giovanni Pisano .

Vedute della città di Perugia - Umbria cosa vedere

Sulla stessa piazza si possono ammirare anche la Cattedrale di San Lorenzo e il Palazzo dei Priori, dove ha sede dal 1878 la Galleria Nazionale dell’Umbria. Visitando il Palazzo dei Priori, potrete ammirare la sala dei Notari, e la sede la Galleria Nazionale dell’Umbria, posta agli ultimi piani del palazzo.

Da Piazza IV Novembre si imbocca poi Corso Vannucci, via ricca di negozi e locali, ottima per una passeggiata. Percorsa tutta la via arriverete ai Giardini Carducci, da cui si gode di un belvedere magnifico sul territorio circostante.

Toscana cosa vedere: Arezzo

Ultima tappa di questa lungo weekend è la bella Arezzo. La visita comincia da Piazza Grande, una piazza ariosa circondata da antichi palazzi, si tratta infatti della piazza più grande della città, noi abbiamo avuto la fortuna di incrociare una rievocazione e di ascoltare la musica diffondersi in tutto il paese.

Vedute della città di Arezzo in Toscana

Arezzo cosa vedere: Piazza Grande

Sulla piazza potrete vedere a destra le Logge Vasari e di fronte a voi la Chiesa di Santa Maria della Pieve. La Chiesa, in stile romanico, venne edificata a partire dal 1140 e la sua conclusione avvenne nel 1300. Il campanile, detto delle “cento buche” per via delle molte finestre bifore, fu costruito nel 1330. Nella cripta è custodito il cranio del patrono della città, San Donato. Dietro a Piazza Grande è possibile ammirare il Palazzo Pretorio e la Casa del Petrarca.

Arezzo cosa vedere: Palazzo Pretorio e Casa del Petrarca

Il Palazzo Pretorio, attualmente sede della biblioteca comunale è caratterizzato dalla facciata ricoperta di stemmi dei Podestà e Commissari fiorentini che governano la città. In via dell’Orto sorge invece la Casa del Petrarca, dove nacque il celebre poeta nel 1304, ma l’edificio attuale è frutto di una ricostruzione del XVI sec. e di più restauri. Oggi è sede dell’Accademia Petrarca di lettere, arti e scienze.

Arezzo cosa vedere: Il Duomo e la Fortezza Medicea

Il Duomo è un imponente struttura in cima alla collina di Arezzo, vicino alla Fortezza Medicea, La costruzione fu ultimata solo nel XVI sec. a causa di numerose interruzioni, mentre la facciata è del XX sec. Il campanile, realizzato nel 1858 ed infine completato di guglia nel 1935. La chiesa ospita preziose opere d’arte, come le vetrate istoriate di Guglielmo da Marcillat, la “Maddalena” di Piero della Francesca, il Sepolcro del vescovo Guido Tarlati.

Vedute del Duomo di Arezzo
Duomo di Arezzo

Questa breve vacanza, come al solito è finita, ma come ho detto all’inizio, l’Umbria è ricca di mete da esplorare e sicuramente torneremo per non farcele scappare!

Per altre idee su dove passare un weekend in Italia, leggete l’articolo: Un fine settimana nel Chianti. Se questo articolo vi è piaciuto, leggetene altri e mettete un like alla mia pagina Facebook! Grazie a tutti per il contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll on top