Spiagge del Salento da provare assolutamente

Le migliori spiagge della costa Adriatica del Salento, dalle spiagge sabbiose del Nord a quelle rocciose del Sud, tutte nei dintorni di Otranto

Chi non ha mai pensato alla Puglia per una bella vacanza estiva? Potete trovare cultura, buon cibo e le immancabili spiagge! Le zone da scegliere in Salento e nella Puglia in generale sono molte. Noi per questa vacanza ci siamo dedicati alla parte bassa del Salento, nella zona più vicina ad Otranto. Potremmo dire che Otranto rappresenta una linea di confine tra le spiagge lunghe e sabbiose che si trovano andando in direzione di Nord e le scogliere rocciose che si trovano andando in direzione Sud. Insomma vi toglierete la voglia di stare in spiaggia, chi ama nuotare e ammirare il panorama sottomarino, non potrà non provare le spiagge rocciose, mentre chi ama l’acqua bassa e cristallina e le spiagge assolate perfette per la tintarella, si dirigerà nella direzione opposta. Ecco allora la mini-guida delle 8 spiagge in Salento da provare assolutamente.

Spiagge di sabbia del Salento

Spiagge di sabbia del Salento

Baia dei Turchi

Tra le spiagge imperdibili in Salento, questa è una delle più conosciute nella zona di Otranto. Si incontra quasi subito, oltrepassando Otranto e dirigendosi verso Nord. Questa spiaggia di sabbia bianca è nascosta alla vista da una fitta pineta, sono disponibili vari parcheggi lungo la litoranea, pagando pochi euro potrete lasciare la macchina e seguire il percorso per raggiungere il mare.

Secondo la leggenda, fu questo il luogo scelto dall’esercito turco per sbarcare durante l’assedio di Otranto (luglio-agosto 1480).

Come nella maggior parte delle spiagge del Salento, non mancheranno gli stabilimenti balneari che si alternano a varie zone con spiaggia libera, a voi la scelta!

Laghi Alimini

Appena superata la Baia dei Turchi, troverete la spiaggia di Alimini, questo luogo prende il nome dai laghi presenti nelle vicinanze, separati dalla spiaggia solo grazie alla pineta e alle dune circostanti.

La spiaggia è lunga circa 6 Km e per tutta la sua lunghezza potrete ammirare un panorama fatto di sabbia finissima, mare cristallino e bassi fondali.

Torre dell’Orso

Torre dell'Orso Spiagge del Salento adriatico, spiaggia di sabbia.
Torre dell’Orso

Questa spiaggia, assieme a San Foca, Roca, Torre Sant’Andrea e Torre Specchia fa parte delle Marine di Melendugno, si tratta di una spiaggia bianca, con mare calmo e cristallino.

La zona è ricca di stabilimenti balneari, ma negli anni la spiaggia si è sempre più ritirata e i lettini presenti arrivano fin dentro l’acqua. Sono presenti due spiagge libere, affollatissime durante tutta la giornata e si trovano alle estremità della baia. Se siete turisti fai da te, vi consiglio di dirigervi verso la parte di spiaggia che affaccia proprio davanti alle “Due Sorelle“. Qui la spiaggia libera è più ampia e la scogliera ripara in parte dal sole rovente.

Oltre al panorama mozzafiato, reso ancora più suggestivo dalla presenza dei faraglioni, qui si gode di un mare calmo e trasparente, con un fondale che degrada lentamente, un luogo ottimo per una bella nuotata rinfrescante adatto anche per i bambini.

Spiagge del Salento da provare assolutamente: la Grotta della Poesia

Grotta della Poesia a Roca Vecchia in Salento, costa adriatica Spiagge del Salento
Grotta della Poesia

Proseguendo oltre Torre dell’Orso, incontrerete il paesino di Roca Vecchia, dove potrete ammirare la famosa Grotta della Poesia!

Passata la zona delle grotte a poco meno di 200 metri sulla sinistra, troverete un parcheggio a pagamento, piuttosto caro, dove lasciare la macchina per andare a visitare le grotte. Il panorama è bellissimo e se ne avrete il coraggio, anche fare un tuffo dall’alto sarà un’esperienza incredibile. Se però come me non siete dei temerari, una scaletta in pietra che costeggia la roccia, vi condurrà comunque nella grotta per una bella nuotata, potete attraversare a nuoto un tunnel che vi porterà verso il mare aperto. Un percorso suggestivo e un po’ spaventoso allo stesso tempo, almeno per me!

La zona della grotta non si presta a luogo di soggiorno per più di qualche ora, fa caldissimo, non si riesce a piantare niente, è tutta roccia ed è soprattutto affollatissimo, per questo vi consiglio di alzarvi presto per visitare questo posto. Quando dico presto, intendo che già alle 7.30 -8.00 di mattina troverete dei turisti, quindi se arrivate dopo le 9.00-10.00, specialmente ad Agosto, sarà dura fare un bagno. Infatti, quando i turisti si affollano, le scalette per scendere vengono interdette e l’unico modo per fare il bagno è tuffandosi dall’alto.

Roca Vecchia: Spiaggia di Pascariello

Superata la Grotta della Poesia, si incontrano varie insenature più o meno grandi e diversi bagni turistici, molti con bar e ristorante annesso. Noi ci siamo fermati alla Spiaggia di Pascaniello, dove si trova anche il Bagno Rokamel.

Qui si trova un parcheggio ampio e gratuito che da direttamente sulla spiaggia, una piccolissima parte è anche adibita a spiaggia libera. Se amate sdraiarvi sul lettino, occhio ai prezzi, alcune zone del Salento hanno a mio avviso costi spropositati, mi hanno chiesto anche 40€ per due lettini ed un ombrellone! Quindi chiedete sempre prima il prezzo, che varia molto da zona a zona, ma anche da bagno a bagno, nel giro di pochi metri i prezzi posso cambiare completamente!

Anche questa zona è molto bella con fondale roccioso e spiaggia sabbiosa, qui si trovano una serie di insenature che creano vasche naturali in mezzo all’acqua. Il mare è vivo e ricco di fauna, ottimo per una sessione di snorkeling!

Spiagge rocciose del Salento

Spiagge del Salento poco conosciute: Porto Badisco

La prima spiaggia che si incontra superato Otranto, è quella di Porto Badisco. All’ingresso del paese è presente un parcheggio a pagamento, non molto grande, ma a un prezzo onesto ,circa 5€ per l’intera giornata. Da li si prosegue a piedi nel paesino, dove non mancano bar, ristoranti e chioschi di frutta. Consiglio questa meta perché è una delle spiagge del Salento poco affollate ad agosto.

Le scelte sono due:

  • appena giunti alla piazzetta che si trova a destra, circa 50 mt dopo il parcheggio, scendete le scale e trovate posto sulla collina. Infatti qui si trova una zona verde e alberata che scende verso il mare. Non si riesce a piantare l’ombrellone, ma se scegliete con cura il posto, sarete riparati dall’ombra dei pini marittimi. Qui non c’è spiaggia e ci si immerge in acqua dalla scogliera, la zona è ricca di fauna marina e l’acqua è splendida.
  • proseguite per circa 400 metri dal parcheggio, seguendo la strada asfaltata e arriverete alla spiaggetta. Qui potete usare il vostro ombrellone, ma dei ragazzi affittano 2 lettini e 1 ombrellone a 8€ per l’intera giornata! C’è un inconveniente però, l’acqua più vicina alla spiaggia è torbida e scura e per raggiungere le zone più chiare si deve nuotare un po’.

Un’altro consiglio, se scegliete la prima opzione, verrete attirati da un bel baretto, lo Skafe al Casotto, con vista mozzafiato sul mare, musica carina, arredamento easy, e prezzi altissimi! Almeno rispetto alla media dei locali in zona, credo di aver pagato uno spritz 8 € che ho ordinato io al bancone e che ho atteso per un tempo infinito per vederlo arrivare al tavolo. Me lo sarei aspettato a Milano Marittima, di certo non qui! Capisco che la vista sia incantevole, ma non c’è proporzione con i prezzi della zona e con il servizio offerto, che in fin dei conti è nullo.

Santa Cesarea Terme

Santa Cesarea Terme spiagge del Salento
Santa Cesarea Terme

Ecco un posto dove mi sono rilassata parecchio. Questo paesino è davvero incantevole, tutto arroccato sul mare, ricco di bar, negozi e ristoranti. Le antiche ville di stampo liberty arricchiscono il panorama e le numerose scalinate bianche collegano le stesse quando si trovano su piani differenti.

Su consiglio di amici, abbiamo prenotato due lettini e un ombrellone allo Stabilimento balneare Caicco, il posto è magnifico, incastonato nella roccia. E’ possibile fare il bagno in una piscina naturale e con poche bracciate si arriva in mare aperto. Lo stabilimento è ben curato, il prezzo un po’ caro, circa 26€ per due lettini e un ombrellone. Però mantenere una struttura del genere ha i suoi costi e per una giornata in pieno relax ne vale la pena!

Marina di Andrano

Proseguendo verso Sud, il paesaggio si fa sempre più roccioso e spariscono le spiagge, è però possibile trovare vari stabilimenti balneari, alcuni anche molto carini, e alcuni anche molto cari. E’ in questa zona che mi hanno chiesto i 40€ per 2 lettini e un ombrellone!

Noi abbiamo trovato un bel posticino chiamato SWIM Liberi di Nuotare. Lo stabilimento è attrezzato per accogliere persone con diversa mobilità, permettendo anche a chi ha difficoltà motorie di godere di questo splendido mare.

L’acqua in questa zona del salento è molto limpida e ricca di pesci, l’ho adorata per lo snorkeling. In più una piccola piscina naturale, permette di fare il bagno anche a chi non ama l’acqua alta. A fianco dello stabilimento sono presenti una spiaggia libera e un chiosco che vende caffè, bibite e gelati. Mentre a poca distanza, potete approfittare del Ristobar Malibù, un locale all’aperto che offre una bellissima vista fronte mare e buoni piatti a prezzi contenuti.

Le spiagge che abbiamo potuto ammirare nel nostro viaggio finiscono qui. L’ultimo consiglio che mi sento di darvi è questo: se amate gli stabilimenti balneari e soprattutto se andate in vacanza in alta stagione, ricordatevi di chiamare e prenotare, caso mai anche chiedendo il prezzo. Il Salento è una meta richiestissima e trovare il tutto esaurito è veramente facile!

Se questo articolo vi è piaciuto, potete rimanere aggiornati sulle nuove uscite nel blog, mettendo un like alla pagina Facebook di Un Viaggio in Mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll on top