10 Cose da fare a Cattolica, divertirsi in vacanza

Scopriamo la città di Cattolica, ultima meta turistica della Riviera Romagnola prima di raggiungere le Marche

Cattolica è una famosa località balneare della Riviera Romagnola, in provincia di Rimini. La sua posizione a metà tra mare e collina, la rende il luogo ideale per passare le vacanze. Infatti, oltre che godere delle spiagge attrezzate e del lungo litorale sabbioso tipico della Riviera Romagnola, a Cattolica si possono raggiungere interessanti attrazioni turistiche in collina, percorrendo solo pochi chilometri. Se volete scoprire di più su questa località, eccovi le cose da vedere e da fare a Cattolica in provincia di Rimini.

Cosa vedere e cosa fare a Cattolica

1-Spiaggia e lungomare

La spiaggia di Cattolica
La spiaggia di Cattolica

La spiaggia di Cattolica è l’ultimo tratto di Riviera Romagnola prima di raggiungere le Marche. Qui il lungomare è caratterizzato da un litorale di sabbia fine e dorata, dove il mare degrada lentamente. Detto questo, tra le cose da fare a Cattolica, non può mancare una bella giornata in spiaggia. Le spiagge di Cattolica sono ben attrezzate e per questo apprezzate anche dalle famiglie con bambini che potranno rilassarsi in spiaggia tra tutti i comfort. Sicuramente il primo motivo per il quale si viene in vacanza a Cattolica è la possibilità di fare vita da spiaggia, con una vasta scelta di stabilimenti balneari attrezzati per tutti i gusti.

I lidi di Cattolica sono collegati tra loro da una passeggiata pedonale, che si divide in due parti all’incrocio tra Via Fiume e il Lungomare Spinelli. Nella parte prima di Via Fiume la passeggiata pedonale divide i lidi dagli hotel del centro, mentre nella seconda parte costeggia il Lungomare Spinelli fino al Porto di Cattolica.

2-Visitare il porto di Cattolica

La vista del porto di Cattolica dalla nuova darsena
La vista del porto di Cattolica dalla nuova darsena

La città di Cattolica ha un’importante storia marinara alle spalle. Infatti la sua flotta è una delle più numerose della Riviera Romagnola, nota soprattutto per la pesca delle vongole. Il porto di Cattolica, è situato alla foce del torrente Tavollo ed è costituito da due moli: il Molo di Levante ed il Molo di Ponente. Sul Molo di Ponente si trova la darsena di Cattolica, dove è possibile percorrere una bella passeggiata sopraelevata che conduce alla fine del molo. Qui si trova anche un mosaico che mostra, posizionate sulla rosa dei venti, le direzioni in cui si trovano le città più importanti del mondo.

La rosa dei venti posta alla fine della darsena di Cattolica
La rosa dei venti posta alla fine della darsena di Cattolica

3-Scoprire la casa di Guglielmo Marconi e la Rocca

In Via Verdi a Cattolica, si trova la casa di Luigi Marconi, zio di Guglielmo Marconi; qui il famoso scienziato passo le vacanze estive dall’estate del 1893 al 1895. L’edificio affaccia sul Lungomare Rasi Spinelli in direzione del porto, dove si trova uno dei migliori panorami della città di Cattolica. La villa venne realizzata a partire dal 1880 e fu inaugurata nel 1888 in onore di Letizia Majani, moglie di Luigi Marconi.

Davanti alla villa è presente una targa che racconta la storia della villa e della presenza di Guglielmo Marconi durante i suoi soggiorni estivi.

La Rocca di Cattolica è una costruzione difensiva realizzata per proteggere l’abitato da probabili sbarchi di turchi e pirati sulla costa. La Rocca venne realizzata tra il 1490 e il 1491 e subì varie ristrutturazioni e modifiche nel corso degli anni che ne hanno variato le caratteristiche architettoniche originali. Ad oggi la Rocca è di proprietà privata e appartiene alla famiglia Verni.

4-Una passeggiata nel mercato coperto della città

Il Mercato coperto di Cattolica, si trova nell’omonima piazza più piccola e più distante dal mare rispetto a Piazza 1° Maggio. Il mercato coperto è il cuore commerciale della città, venne inaugurato nel 1926 da Italo Balbo e presenta un aspetto liberty. Al suo interno sono ospitati banchi di alimentari di produttori locali.

5-Cosa fare a Cattolica se piove: visitare l’Acquario più grande dell’Adriatico

Pesce "Pagliaccio" all'Acquario di Cattolica
Pesce “Pagliaccio” all’Acquario di Cattolica

Ora vi suggerisco una cosa da fare a Cattolica, perfetta per chi viaggia con i bambini: visitare l’Acquario di Cattolica, il più grande dell’Adriatico. Questa struttura, realizzata nell’area dove sorgeva una colonia marina degli anni ’30, ospita al suo interno importanti animali come gli squali e caimani, ma anche lontre e pinguini. All’Acquario di Cattolica è presente anche un’area in cui ammirare rettili e anfibi come: serpenti, iguane e camaleonti. Infine, per gli amanti dell’ignoto, una parte dell’Acquario di Cattolica è allestito per mostrare gli esemplari più strani e sconosciuti della terra, i “mostri ” che abitano negli abissi del mare.

L’Acquario di Cattolica è sicuramente un luogo interessante dove poter passare anche del tempo con i bambini che si divertiranno a scoprire e ammirare tanti animali, a volte sconosciuti. Se siete interessati ad acquistare il biglietto, vi consiglio di farlo in anticipo per non rischiare di trovare tutti i posti esauriti.

6-Scoprire la città a bordo del Trenino Di Cattolica

Il Trenino di Cattolica parte dal porto e tocca i più importanti punti d’interesse della città. Sicuramente un modo divertente per scoprire la città di Cattolica, anche con i bambini, in un tour che parte ogni 30 minuti ed è attivo sia di giorno che la sera.

Se siete interessati a visitare Gradara, esiste anche un trenino che parte da Cattolica e porta a Gradara varie volte al giorno, il biglietto costa 8€ a persona andata e ritorno e devo dire che si tratta di un servizio molto comodo. Infatti, a Cattolica trovare parcheggio non è facilissimo e una volta guadagnato un posto auto, è rischioso spostarsi. Con il trenino per Gradara, eviterete di spostare l’auto e vi godrete solo la passeggiata nel borgo antico.

7-Ammirare lo spettacolo delle fontane danzanti

La Fontana delle Sirene in piazza 1° Maggio a Cattolica
La Fontana delle Sirene in piazza 1° Maggio

Nella piazza principale della città di Cattolica una delle cose da vedere assolutamente è lo spettacolo delle fontane danzanti di piazza 1° Maggio. Qui, alla fine di Via Bovio, si trova una fontana in prossimità del mare sorretta da tre statue a forma di sirena. Questa sua caratteristica ha fatto si che la piazza venisse anche chiamata, a partire dagli anni ’40, la Piazza delle Sirene.

Lo spettacolo delle fontane danzanti di Cattolica è visibile tutto l’anno, due volte al giorno, alle 21.45 e alle 23.

8- Il Teatro della Regina e il Museo della Regina

Il Teatro della Regina di Cattolica, si trova in Piazza della Repubblica e venne inaugurato nel 1996 da Katia Ricciarelli, mentre di fronte al teatro si trova l’Arena della Regina, dove si svolgono i concerti nella stagione estiva.

Il Museo della regina è ospitato all’interno dell’Ospitale per Pellegrini, costruito verso la fine del 1500. Il Museo è articolato in due sezioni, una archeologica e una etnoantropologica dedicata alla marineria tradizionale. Nella sezione archeologica è possibile visualizzare i ritrovamenti emersi durante gli scavi cittadini che, a partire dagli anni ’60, hanno portato alla luce reperti di epoca romana e nel 2007 anche un resti di un villaggio risalente all’Età del Bronzo.

Il museo è aperto tutti i giorni a parte il lunedì, ma gli orari cambiano a seconda del periodo dell’anno, per essere certi dei giorni di apertura e degli orari, potete contattare direttamente il museo (Tel. 0541.966577 – 775)

9- Divertirsi a Cattolica

Via Bovio a Cattolica decorata con tantissimi ombrelli colorati
Via Bovio a Cattolica decorata con tantissimi ombrelli colorati

Cattolica fa parte della Riviera Romagnola ed è quindi sinonimo di divertimento. Qui oltre al Parco le Navi, o Acquario di Cattolica in cui divertirsi con i bambini, ci sono spiagge attrezzate e parchi divertimento. Se vi trovate in vacanza a Cattolica con i bambini, nelle vicinanze sono presenti vari parchi divertimento come l’Acqua Fan, l’Italia in Miniatura e Fiabilandia.

Per divertirsi la sera a Cattolica, ci sono invece molti ristoranti e locali in cui cenare e fare a peritivo. In Via Bovio si possono incontrare anche artisti di strada, invece “l’incrocio del divertimento“, è quello tra Via Curiel e Via Fiume, davvero ricco di locali interessanti. Alla fine di Via Curiel comincia Via Dante, una passeggiata pedonale molto frequentata sia di giorno che di sera in cui si trova di tutto: ristoranti, gelaterie, bar e negozi di ogni tipo.

Se volete un consiglio per l’aperitivo, noi ci siamo fermati in Via Fiume al Sottocasa Cocktail Bar, al n.34, un bel locale in cui ci siamo trovati bene. Invece per cena, vi consiglio di provare il Ristorante Bar Martino, direttamente sulla spiaggia alla fine di Via Fiume. Questo ristorante dispone di tavoli direttamente sulla spiaggia ed è molto accogliente. In più i piatti sono ottimi e abbondanti, vi lascio qualche foto per farvi capire come mai ci è piaciuto così tanto.

Frittura di pesce di Martino bar ristorante a Cattolica
Frittura di pesce
Sardoncini grigliati con piadina di Mrtino bar Ristorante a Cattolica
Sardoncini grigliati con piadina

Insomma, sia che siate in coppia, con i bambini o un gruppo di amici, le occasioni per divertirsi sono tante e delle più diverse, sia di giorno che di notte.

10-Cosa vedere vicino a Cattolica: Gradara e i borghi della Valconca

Il borgo medioevale di Gradara
Il borgo medioevale di Gradara

Cattolica non è solo mare, a pochi chilometri di distanza, immersi già nelle colline al confine tra Emilia-Romagna e Marche, si trovano vari borghi di incredibile bellezza.

Cominciamo con il borgo più vicino, quello di Gradara che si trova già nelle Marche, ma dista da Cattolica solo 6 chilometri. Gradara è un piccolo borgo medioevale famoso per il suo castello e per la cinta muraria percorribile. Questo bellissimo borgo medioevale è il territorio in cui si è svolta la storia di Paolo E Francesca.

Tornando in Emilia-Romagna, nel territorio della Valconca, si trovano alcuni borghi molto caratteristici, come Montefiore Conca, Mondaino e Saludecio. Saludecio in particolare, è un borgo in cui si trovano tanti affreschi dipinti sulle pareti delle abitazioni, un po’ come nel borgo di Dozza, in provincia di Bologna.

Cattolica è una bella città di mare che ci è piaciuta molto e che sicuramente torneremo a visitare in futuro, rispetto ad altre località della Riviera Romagnola è più grande e davvero ricca di locali e negozi, adatta sia ai grandi che ai più piccoli.

Se questo articolo vi è piaciuto, potete rimanere aggiornati sui nuovi articoli in uscita nel blog, mettendo un like alla pagina Facebook di Un Viaggio in Mente, oppure iscrivendovi alla Newsletter!

Una risposta a “10 Cose da fare a Cattolica, divertirsi in vacanza”

  1. Quand’ero piccola la Riviera Romagnola era il mio mito. Non so bene perché… forse perché andavamo sempre al mare in Croazia e la Riviera Romagnola mi sembrava un luogo esotico! Mi piacerebbe molto visitare l’acquario, sono la mia passione. E poi… una bella frittura di pesce! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll on top