Il Giardino dei Tarocchi, in Toscana come a Barcellona

Scopriamo insieme un parco d’arte italiano unico nel suo genere. Ispirato alle opere di Gaudì, il Giardino dei Tarocchi ricorda le grandi opere di Barcellona

Dove di trova il Giardino dei Tarocchi?

Il Giardino dei Tarocchi si trova a Garavicchio nella Regione Toscana e nel territorio toscano conosciuto come Maremma. Garavicchio è situato al confine tra Lazio e Toscana, a breve distanza dai paesi di Capalbio e Pescia Fiorentina.

Giardino dei Tarocchi storia

Il Giardino dei Tarocchi, è un parco d’arte, che nacque nel 1979 dall’idea dell’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle, che in seguito alla visita al Parque Guell di Antoni Gaudí a Barcellona, rimase incantata e decise di realizzare il suo personale parco nel cuore della maremma toscana. Il giardino rappresenta il sogno, sia magico che spirituale, di Niki de Saint Phalle ed è popolato da statue ed edifici che rappresentano gli arcani maggiori dei tarocchi.

Il Giardino dei Tarocchi è composto da 22 statute di varie dimensioni, realizzate in cemento, acciaio, specchi e ceramiche colorate. Per realizzare queste opere e l’intero giardino l’artista impiegò ben 17 anni, aiutata nella sua impresa da artisti di arte contemporanea e operai specializzati.

Il Giardino dei Tarocchi visto dal fianco dell'Imperatrice-Sfinge
Il Giardino dei Tarocchi visto dal fianco dell’Imperatrice-Sfinge

Il Giardino dei Tarocchi è stato aperto al pubblico nel 1998, il 15 maggio.

Chi è Niki de Saint Phalle?

Niki de Saint Phalle, fu una pittrice, scultrice e regista francese vissuta dal 1930 al 2002. La sua opera più importante è probabilmente il Giardino dei Tarocchi, che richiese 17 anni per essere realizzato e completato. Però, l’artista è famosa anche per aver realizzato negli anni varie rappresentazioni artistiche femminili che hanno presso, con il tempo, il nome di Le Nana. Queste statue dal corpo femminile, realizzate a grandezza naturale, ma anche oltre, sono state create a partire dal 1965 e sono visibili in vari parchi e giardini in giro per il mondo. Una di queste Nana, “Nanà Fontaine“, si trova a pochi chilometri dal Giardino dei Tarocchi, nel vicino borgo di Capalbio, in piazza Belvedere.

"Nana Fontaine" in Piazza Belvedere a Capalbio
“Nana Fontaine” in Piazza Belvedere a Capalbio

Visitare il parco

Ho visitato già due volte questo parco d’arte e non escludo che capiti nuovamente, perchè questo giardino è magico e io lo trovo un luogo fantastico. quando racconto la visita a questo parco a chi non c’è mai stato, spiego che è come vedere i pensieri di una persona proiettati da dentro a fuori. Non so se rendo l’idea, ma è la fantasia che prende forma in opere e strutture in cui il visitatore può camminare e muoversi. Questa è la mia personale interpretazione delle opere di questo parco e forse è proprio per questo che mi piace così tanto!

Il Mago, la Papessa e la Forza

Al giardino vero e proprio si giunge dopo un breve tratto di strada in salita e da questo paesaggio dai toni del verde e del marrone, sbucano d’un tratto le statue. Ci si trova subito sulla piazza centrale, dove si incontra una grande fontana sormontata dalle statue del Mago e della Papessa, i primi arcani maggiori dei Tarocchi. Dietro alle vostre spalle, vedrete la meravigliosa statua di un drago “La Forza”, dove i bambini e le persone più minute potranno “infilarsi” come se fossero state mangiate dal drago stesso!

L'appartamento di specchi all'interno dell'Imperatrice-Sfinge nel Giardino dei Tarocchi
L’appartamento di specchi all’interno dell’Imperatrice-Sfinge nel Giardino dei Tarocchi

L’Imperatrice-Sfinge

Dalla piazza centrale si diramano varie strade e anche qui tutto è arte, perfino sui percorsi in cemento sono incise frasi e pensieri, perché tutto in questo parco è personalizzato e unico. Altra struttura di spicco del parco è l’Imperatrice -Sfinge che presenta al suo interno una grande sorpresa, infatti la grande statua ospita un appartamento completamente ricoperto di specchi rotti. L’appartamento, in cui l’artista visse per diverso tempo durante i lavori di realizzazione del giardino è qualcosa di inimmaginabile e va assolutamente visitato. Qui si trovano la grande sala d pranzo e il bagno, poi salendo le scale si giunge alla camera da letto.

L’Imperatore

Subito dietro all’Imperatrice-Sfinge si trova l’Imperatore che con la sua forma, ricrea un meraviglioso cortile nascosto formato da colonne tutte differenti e riccamente decorate. Grazie ad una scala interna è possibile salire su un camminamento e ammirare il cortile interno e l’intero parco dall’alto.

L’Imperatore del Giardino dei Tarocchi
Il cortile interno dell'Imperatore con la fontana delle Nanas
Il cortile interno dell’Imperatore con la fontana delle Nanas

La Torre di babele

La Torre di Babele, interamente ricoperta di specchi è un’edificio composto da varie finestre, una diversa dall’altra, sormontato da una struttura metallica chiamata “fulmine-macchina-ferraglia“. Sfortunatamente all’intero di questa torre non è possibile entrare.

Altre opere del Giardino dei Tarocchi

Sono molte altre le statue presenti nel parco, che si incontrano seguendo i vialetti o che, date le loro dimensioni, saltano immediatamente all’occhio. Tra queste le più grandi e imponenti sono sicuramente La Giustizia, l’Impiccato, il Sole e il Papa. Mentre tra le statue più piccole del Giardino dei Tarocchi ci sono La Luna, Il Gatto, L’Oracolo e la Temperanza.

Il Giardino dei Tarocchi: Orari, prezzi e consigli per la visita

  • Il Giardino dei Tarocchi è aperto tutti i giorni dal 1 Aprile al 15 Ottobre, dalle 14.30 alle 19.30.
  • Per visitare il giardino, è necessario acquistare i biglietti on line al costo di 12€ + 2€ di prevendita.
  • All’ingresso del giardino è presente un grande parcheggio dove lasciare auto, moto e camper.
  • Il tempo di visita di questo parco d’arte, dipenderà molto dai vostri interessi, il tempo è comunque di 1 o 2 ore circa.

Se avete in programma un soggiorno in Toscana, il mio consiglio è di visitare il Giardino dei Tarocchi in primavera o autunno e di tralasciare i mesi estivi. Il parco si trova in una zona soleggiata e per raggiungerlo è necessario percorrere un tratto di strada in salita, quindi nei mesi o nelle ore più calde del giorno, la vostra visita potrebbe risentirne.

Se questo articolo vi è piaciuto, potete rimanere aggiornati sui nuovi articoli in uscita nel blog, mettendo un like alla pagina Facebook di Un Viaggio in Mente, oppure iscrivendovi alla Newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll on top