Reggia di Versailles in giornata

La Reggia di Versailles è un complesso storico veramente imponente e affascinate, le sue dimensioni sono notevoli, quindi per visitarla con un po’ di cura ci vorrà parecchio tempo, ma ne varrà sicuramente la pena! Ecco tutte le informazioni utili visitare la Reggia di Versailles.

Reggia d Versailles come arrivare

La Reggia di Versaille dista solo 25 Km da Parigi ed il modo migliore per raggiungerla è utilizzando la linea ferroviaria RER C, la Reggia si trova nella Zona 4 di Parigi, quindi se acquistate la Paris Visite questa tratta sarà coperta. In alternativa, acquistando i biglietti singoli, il viaggio costerà circa 7€ a persona andata e ritorno. Il viaggio durerà circa 40 minuti.

Per arrivare alla RER C (Linea gialla sulla mappa della metropolitana), dovete raggiungere una delle fermate della metro come Champ de Mars-Tour Eiffel, Musée d’Orsay, Porte de Clichy, Choisy-le-Roi collegate alla RER C, una volta in viaggio scendete alla stazione Versailles Château Rive Gauche; da qui in 10 minuti a piedi arriverete alla Reggia. Sono presenti indicazioni stradali per arrivare, in alternativa potete seguire la massa di turisti che scenderà con voi dal treno e non vi perderete.

In alternativa alla RER C potete arrivare a Versailles utilizzando i treni SNCF che arrivano in due diverse stazioni: Versailles Chantiers se partite da Paris Montparnasse e Versailles Rive droite se partite da Paris Saint Lazare. Una volta scesi dal treno raggiungerete la Reggia in circa venti minuti di passeggiata. Il viaggio in treno dura poco più di mezz’ora.

Potete arrivare alla Reggia anche in autobus, prendendo la linea 171 che parte da Pont de Sèvres e si ferma a Versailles-Place d’Armes, a pochi passi dal Palazzo. Pont de Sèvres è il capolinea della linea 9 della metropolitana. Il viaggio dura circa 30 minuti.

Reggia di Versailles biglietti

Una volta arrivati al piazzale, vi si aprirà davanti la meravigliosa facciata della Reggia di Versailles, per velocizzare le cose, potete acquistare preventivamente i biglietti sul sito ufficiale. Esistono differenti opzioni con audio-guida, noi abbiamo scelto il biglietto base, al costo di 20€ a persona, che permette la visita al palazzo e ai giardini con audio-guida in italiano.

Se siete indecisi sul da farsi, potete acquistare i biglietti direttamente in loco, la biglietteria si trova nel piazzale, a sinistra rispetto all’ingresso. Ovviamente anche qui sono presenti guardie all’ingresso e metal detector, quindi attenti a quello che portate nello zaino e/o nella borsa.

Per visitare questi importanti attrazioni, consiglio sempre di svegliarsi presto, in questo caso ancora di più, arrivando all’orario di apertura, abbiamo comunque trovato una notevole fila, che nel giro di poco è arrivata quasi in fondo al piazzale.

La visita alla Reggia

La Reggia di Versailles è uno dei più bei palazzi storici XVII secolo, conosciuto in tutto il mondo. La Reggia venne inizialmente costruita come residenza di caccia per il Re Luigi XIII, ma la famiglia reale si affezionò talmente a questo luogo da convincere Re Luigi XIV a spostare la corte reale da Parigi a Versailles nel 1682. Il padiglione di caccia fu trasformato in un complesso regale con sale decorate, giardini curatissimi e magnifiche fontane. Per decenni i reali francesi hanno continuato ad arricchire la Reggia e a mantenerla come sede della corte reale parigina, fino all’arrivo della rivoluzione.

Il palazzo principale della Reggia di Versailles, chiamato Castello, è stato dichiarato patrimonio UNESCO nel 1979. È composto di oltre 700 stanze, in cui sono perfettamente conservati il mobilio, la tappezzeria e vari oggetti sia artistici che di uso comune che permettono ai visitatori di immaginare meglio la vita alla Corte di Francia. Ci ha particolarmente impressionato la Galleria degli Specchi, forse l’ambiente più spettacolare della Reggia. Lo spazio era di solito adibito a concerti, rappresentazioni teatrali e divertenti balli in maschera, ai quali si assisteva seduti su panche d’argento. La stanza è lunga 73 metri e illuminata da 17 grandi finestre, fronteggiate da altrettanti enormi specchi che ampliano otticamente la galleria fino all’infinito.

Interni della Reggia di Versailles, le camere
Interni della Reggia di Versailles

Altre attrazioni della Reggia di Versailles

  • Scuderie Reali: Qui potrete ammirare una meravigliosa collezione di carrozze, vagoni e finimenti. Le scuderie si trovano sulla destra rispetto all’ingresso e sono ad accesso gratuito.
  • La Tenuta di Maria Antonietta: Questa tenuta di campagna si trova sempre a Versailles, ma a 2 chilometri dal castello. Venne costruita tra il 1783 e il 1787, assieme al piccolo villaggio circostante. Venne realizzato per soddisfare le esigenze della regina, ormai annoiata dalla vita al castello, che voleva risiedere in una vera dimora di campagna.
  • Grand Trianon: questo edificio venne costruito dopo la demolizione del Villaggio di Trianon nel 1670, a nord-ovest del parco di Versailles. Il Gran Trianon, detto anche Trianon di Marmo. Il palazzo fu voluto dal Re come dimora per lui e le sue amanti, lontano dalla vita di corte e venne inaugurato nel 1688, da Luigi XIV e la sua prediletta, Madame de Maintenon.
  • Petit Trianon: è un edificio che il Re Luigi XIV fece realizzare a partire dal 1749 su richiesta della sua favorita Madame de Pompadour, che sfortunatamente morì prima che venisse ultimato. La residenza venne allora occupata dalla nuova favorita, Madame du Barry. Il Palazzo ha una pianta quadrata, semplice e raffinata, con una meravigliosa vista sui giardini ed è collocato a breve distanza dal Grand Trianon.
  • I giardini: si estendono per 800 ettari e sono adornati da miriadi di statue e fontane. All’interno dei giardini potete trovare boschetti, aranciere e molto altro. Ovviamente il periodo migliore per visitarli è la primavera, quando le fontane musicali sono in funzione e i giardini fioriscono.

La Reggia di Versailles i giardini

Nei giardini della Reggia di Versailles si trovano oltre 50 fontane d’acqua, quelle da non perdere sono elencate di seguito e riportate con maggior dettaglio sul sito ufficiale.

  • Le Fontane delle Quattro Stagioni: Si tratta di quattro fontane dedicate alle quattro stagioni: la Fontana di Primavera e la Fontana d’Estate si trovano sul lato nord dei viali, mentre la Fontana d’Autunno e la Fontana d’Inverno sono posizionati a sud.
  • Fontane dei Combattimenti degli Animali: Progettate nel 1687, le fontane ricreano la scena di una lotta tra animali. Le fontane rappresentano: un leone che sconfigge un lupo e un cinghiale, la tigre che sconfigge un orso e un cane che abbatte un cervo. Dalla bocca dell’animale sgorgano getti d’acqua: il getto dell’animale vittorioso cade nella vasca superiore, mentre il getto degli animali sconfitti cade nella vasca inferiore.
  • Fontana del Drago: rappresenta un episodio del mito di Apollo, dove il giovane Apollo uccise un serpente trafiggendolo con una freccia. È la fontana più alta dei giardini di Versailles con un getto d’acqua principale che raggiunge i 27 metri di altezza.
  • Fontana di Nettuno: Realizzata tra il 1679 e il 1682, la fontana è anche uno straordinario esempio di ingegneria idraulica con i suoi 99 getti d’acqua.
  • Fontana di Latona: rappresenta la madre di Apollo nell’atto di proteggere i suoi figli dagli insulti dei contadini e supplicare gli Dei di vendicarla. Gli Dei la accontentano e i contadini vengono trasformati in rane e lucertole. La fontana presenta sei figure di contadini in piena trasformazione, con le rane che circondano la fontana.
  • La Fontana di Apollo: Costruita tra il 1668 e il 1670, rappresenta episodi ispirati al mito di Apollo, il dio del sole. La fontana mostra Apollo che si libra dal mare su un carro trainato da quattro cavalli, circondato da tritoni e delfini.
Le fontane e i giardini della Reggia di Versailles
Le fontane della Reggia di Versailles

Le fontane musicali

Uno spettacolo suggestivo al quale non abbiamo potuto partecipare, è sicuramente quello delle fontane musicali. Le fontane della Reggia di Versailles sono in funzione da aprile al 1° novembre il sabato e la domenica e nei mesi maggio e giugno anche il martedì. Trovate tutte le informazioni su date e orari sul sito ufficiale.

Il tempo da dedicare alla Reggia di Versailles dipende molto dai vostri interessi e dal tempo che avete a disposizione. Infatti, se come noi siete arrivati a Parigini per soli 3 giorni, il tempo sarà poco, ma in una mattinata noi abbiamo visto in tranquillità il castello e le fontane più famose dei giardini.

Se questo articolo vi è piaciuto e volete rimanere aggiornati sui prossimi articoli in uscita nel blog, potete mettere un like alla pagina Facebook di Un Viaggio in Mente.

Immagini collegate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll on top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: